Adsl: a cosa serve e quali sono le caratteristiche

Chiama e fatti aiutare dai nostri esperti nelle tue operazioni con i provider internet

Chiamata gratuita - Lunedì a venerdì - dalle 8:30 alle 19:00

Facciamo tutto noi per te in pochi minuti

Manuale di istruzioni

Sommario: Quando la tua connessione non è veloce come vorresti, probabilmente la tua rete è una adsl. Leggi la guida per scoprire come funziona e che vantaggi ha.

Il termine ADSL è, ormai, molto diffuso e praticamente noto a tutti.

Cosa vuol dire adsl?

Asymmetric Digital Subscriber Line (Linea Asimmetrica di Sottoscrizione Digitale)

I vantaggi

  • Non sono necessari lavori sulla rete di cavi elettrici
  • Meno costoso

Gli svantaggi

  • Connessione più lenta che con la fibra ottica e più variabile

Non capita di rado, infatti, di sentirne parlare in relazione al mondo di Internet e alle offerte adsl e mobile per la nostra linea di casa che ci vengono regolarmente proposte. Ci viene vagamente detto che si tratta di un modo veloce di navigare via internet e di un’implementazione indispensabile per chiunque utilizzi la propria connessione per vedere video, film e televisione.

Ma cosa significa esattamente ADSL? E quale è la sua specifica funzione?

In questo articolo entreremo nel dettaglio di questo strumento a partire dalla sua storia fino ad arrivare, nello specifico, alle sue funzioni e capiremo cosa lo distingue da altre modalità di connessione internet.

ADSL: che cosa è

Dare effettivo conto di che cosa è la tecnologia ADSL è semplice e, allo stesso tempo, molto difficile da concepire. Basterà dire che l’universo delle telecomunicazioni, cioè quell’insieme di materiali, strutture e strategie informatiche dedicate alla trasmissione di segnali, simboli, immagini, parole e messaggi fra due o più persone, così come oggi lo conosciamo, non esisterebbe senza l’ausilio di questa tecnologia. Essa costituisce, di fatto, il fondamento strutturale sul quale impostiamo la nostra vita multimediale.

Il termine non è altro che l’acronimo di Asymmetric Digital Subscriber Line (Linea Asimmetrica di Sottoscrizione Digitale).

In effetti, si tratta di un particolare tipo di linea di sottoscrizione digitale (DSL) che fornisce la comunicazione da un provider a un consumer. Viene detta “asimmetrica”, in quanto le velocità con cui viaggiano i segnali sono diverse.

In particolare, le comunicazioni in uscita sono molto più lente rispetto a quelle in entrata.

In altre parole, le linee ADSL sono in grado di ricevere informazioni a una velocità molto maggiore rispetto a quella con cui possono inviarle.

La storia dell’adsl

  1. La nascita dell’ADSL si deve allo studioso e ingegnere elettronico statunitense Joseph Lechleider, il quale sul finire degli anni Ottanta approfondì gli studi esistenti sulla banda larga. A coronamento delle sue fatiche, lo scienziato mise a punto un sistema in cui una grande quantità di dati poteva essere spedita, pur asimmetricamente, in un’unica direzione.
  2. Non appena i materiali e le tecnologie correlate lo consentirono, il successo della tecnologia messa a punto da Lechleider fu immediato.
  3. In Italia l’avvento dell’ADSL si concretizza grazie al contributo di Telecom e dell’ISP (Internet Service Provider) Galactica che consentirono l’accesso a banda larga, permettendo a tutta la popolazione italiana di viaggiare a una velocità di 640 Kb/s.  

Funzioni e caratteristiche dell’ADSL

Come precedentemente accennato, le funzioni e caratteristiche principali dell’ADSL sono quelle di trasmettere messaggi, immagini e comunicazioni su banda larga in modo asimmetrico, in quanto la velocità di upload differisce da quella di download.

La cosa straordinaria e il grandissimo vantaggio di questo mezzo adsl è che l’intera comunicazione riesce ad essere trasferita sulla linea Internet mediante una alta velocità con l’ausilio del semplicissimo doppino del telefono fisso. Ciò ha reso questa tecnologia estremamente popolare e alla portata di tutti, dato che grazie all’ADSL non servivano lavori e adattamenti della linea telefonica.

Chiama un nostro esperto per capire se la tua connessione adsl è conveniente

06 94 80 44 71

Manuale di istruzioni

Infatti, i provider che forniscono agli utenti servizi ADSL utilizzano ancora i tradizionali cavi del telefono fisso in rame che venivano usati in precedenza. Un’altra opzione molto richiesta è come installare l’adsl senza telefono fisso. E’ evidente come ciò abbia incentivato la diffusione del servizio e la sua popolarità sia tra gli utenti privati che tra le imprese.

In sostanza, gli specifici cavi intervengono solo nella fase terminale del percorso del flusso di dati. Quella che collega la residenza e il modem dell’utente con la rete telefonica nazionale.

Poi, saranno richiesti solamente due apparecchi speciali da installare:

  • La centrale telefonica di emissione delle informazioni dovrà dotarsi di un DSLAM (Digital Subscriber Line Access Multiplexer), un dispositivo in grado di adeguare il tradizionale doppino telefonico in rame alla comunicazione “asimmetrica” tipica dell’ADSL. Il dispositivo indirizza tutte le richieste di dati ricevute verso la centrale di trasmissione del relativo operatore. Il tutto garantendo la sicurezza, l’integrità e la solidità dei pacchetti di dati trasportati lungo la linea.
  • L’utente deve possedere un modem ADSL (e. adsl vodafone o adsl wind) atto a ricevere e interpretare il particolare tipo di segnale fornito.

Vantaggi e svantaggi dell’ADSL

Fino ad ora ci siamo concentrati sul funzionamento della rete ADSL e sui vantaggi che questa può portare agli utenti. Ma sarebbe incorretto sostenere che, nel panorama moderno del nostro mondo completamente digitalizzato, questo tipo di tecnologia presenta unicamente aspetti positivi. A fronte dei punti di forza, esistono anche oggettivi svantaggi, che rendono questa tecnologia meno preferibile rispetto alle altre opzioni per la trasmissione rapida di dati esistenti oggi sul mercato.

ADSL altri articoli utili:

ADSL: i vantaggi

Senz’altro tra i vantaggi della linea ADSL occorre annoverare il fatto che questa tecnologia fa uso dei medesimi cavi già esistenti su tutto il territorio italiano, il cosiddetto doppino telefonico.

A differenza di quanto accade per la fibra ottica, i cui cavi devono essere installati prima che l’utente possa usufruire del servizio, l’alta velocità asimmettrica è fin da subito alla portata di tutti gli utenti (privati e business) italiani.

Ciò rende anche l’ADSL molto meno costoso rispetto alla fibra.

Infatti, l’utente dovrà solo acquistare un nuovo modem abilitato alla ricezione del segnale ADSL, ed effettuare un test, o meglio uno speed test.

Inoltre, essendo i cavi già esistenti, i costi per l’implementazione di una linea ADSL sono molto minori per le compagnie telefoniche che tenderanno a offrire ai propri clienti prezzi e tariffe tendenzialmente inferiori.

I costi di una linea ADSL possono essere proposti dalle compagnie fornitrici in base al tempo di utilizzo o al consumo di dati. In alternativa, possono essere offerte delle tariffe forfettarie con le quali viene addebitata una quota fissa mensile per una navigazione illimitata.

In Italia, il compito di vigilare sui diritti dei consumatori per quanto riguarda le tariffe per telefonia e internet spetta all’AGCOM: l’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni.

Se vuoi ulteriormente approfondire l’argomento, puoi consultare il nostro articolo sulle differenze tra ADSL e fibra ottica.

Svantaggi dell’ADSL

Come principale svantaggio della tecnologia ADSL occorre sicuramente menzionare la grande variabilità di efficacia e qualità del servizio esistente tra gli utenti della medesima rete.

In effetti, la velocità e la solidità di una connessione internet, cioè la sua capacità di non interrompersi e non perdere informazioni nel tragitto, dipende da numerosissimi fattori, oltre alla tipologia di modem e il servizio di trasmissione utilizzato.

Ad esempio, il tipo di dispositivo utilizzato per la ricezione del segnale, il browser, la connessione (via cavo o Wi-Fi) sono tutti fattori che influenzano la velocità di una connessione internet. Ma soprattutto, la forza e l’intensità del segnale variano in base alla distanza della centrale telefonica. Più essa è lontana, più il segnale è debole e la connessione è lenta.

Per tali ragioni oltre alle velocità nominali, offerte dai provider, che ci informano sulla rapidità massima raggiungibile, è bene anche essere informati sulle velocità di connessioni reali, ovverosia sulle prestazioni verosimili per la nostra zona di ricezione.

A tale scopo l’AGCOM ha messo a disposizione degli utenti italiani, misurainternet: un utilissimo strumento in grado di fornirci una lista attendibile delle velocità di trasmissione offerte dai provider per la nostra area.

Parla con i nostri esperti per scoprire le migliori offerte ADSL del momento

Manuale di istruzioni

Redactor

Written by paoloa

Aggiornato su 30 Set, 2020