Come cambiare operatore per internet, fibra e ADSL

Scopri come effettuare un cambio di operatore

Chiamata gratuita - Lunedì a venerdì - dalle 8:30 alle 19:00

Chiama gratuitamente i nostri esperti

Manuale di istruzioni

Sommario: Per poter cambiare operatore per internet, fibra o ADSL è necessario seguire 3 semplici fasi. Inoltrare la richiesta di abbonamento al nuovo gestore, fornire il codice di migrazione e sottoscrivere un contratto, cartaceo o telefonicamente.  Continua a leggere e scopri di più       

Premessa

  • Bollette troppo salate,
  • connessione instabile,
  • servizio di assistenza clienti inefficiente… 

Sono solo alcuni dei motivi per cui gli utenti decidono di cambiare operatore internet fibra ADSL, eppure sono in molti a non assecondare questo desiderio.

Perché? Paura di non trovare un servizio migliore e di eventuali lungaggini burocratiche sono le risposte più frequenti.

Tra le persone meno pratiche della materia è una convinzione diffusa che cambiare gestore sia una procedura lunga e piena di insidie. Eppure le tempistiche di disdetta e attivazione dei contratti si sono notevolmente ridotte e, in alcuni casi, non sono previsti nemmeno costi aggiuntivi per rescindere il vecchio contratto.

Come cambiare operatore internet fibra ADSL? Cambiare gestore internet casa è quindi più semplice di quanto si pensi, e in questo articolo ti illustreremo come fare, spiegandoti i principali passaggi di questa procedura.

Come funziona cambiare operatore per internet, fibra e ADSL per la casa

Il principale elemento per cambiare gestore di internet, fibra e ADSL di casa è il codice di migrazione.

Il codice di migrazione viene fornito dal gestore all’attivazione dell’abbonamento. Quando si passa ad un nuovo gestore è necessario comunicare il codice per avviare la procedura di migrazione.

Il codice migrazione è formato da 4 parti: 

  1. Il COW – Il Codice Donating è il codice alfanumerico segreto che l’operatore attribuisce al cliente.
  2. Il COR – Il Codice Risorsa è un codice alfanumerico che può corrispondere al numero di telefono, ed ha una lunghezza compresa tra gli 8 e i 12 caratteri.
  3. Il COS – Il Codice di Servizio è il codice numerico che identifica la tipologia di servizio utilizzato dall’utente.
  4. Il Codice di Controllo – È il singolo carattere alfanumerico utilizzato dal gestore per verificare che il codice fornito dal cliente sia quello giusto.

È possibile reperire il codice di migrazione nella bolletta cartacea ed online, sotto la dicitura “codice di migrazione”. Si può risalire al codice anche attraverso l’area privata online che ogni gestore mette a disposizione dei clienti o chiamando il servizio clienti dell’operatore.

Come cambiare l’operatore per internet, fibra e ADSL di casa

Quando si intende cambiare operatore internet fibra ADSL in casa è necessario valutare le offerte che vengono proposte dai differenti gestori, per trovare la soluzione più congeniale alle proprie esigenze, nonché la più vantaggiosa.

Sul web è possibile accedere alle migliori offerte internet fisso e mobile, che vengono costantemente aggiornate dai gestori.

Secondo quanto designato dalla legge n.40/2007, il passaggio al nuovo operatore deve avvenire entro 30 giorni, per evitare disservizi e disagi al cliente. Il vecchio gestore è inoltre tenuto a fornire il servizio fino a che non sarà attivo il nuovo contratto.

Le principali fasi per l’attivazione dell’abbonamento con un nuovo operatore sono principalmente tre:

  • Inoltrare una richiesta di abbonamento al nuovo gestore;
  • Fornire i dati richiesti e il codice di migrazione;
  • Sottoscrivere un contratto cartaceo o registrarlo telefonicamente.
cambiare operatore internet
Scopri come cambiare gestore internet a casa tua

Cambiare operatore per internet, fibra e ADSL: quale scegliere?

È necessario cambiare l’operatore internet di fibra e ADSL in casa se il servizio che si riceve non soddisfa le aspettative. I fattori che contribuiscono a questa scelta sono: 

  • Variazioni/maggiorazioni dei costi di abbonamento;
  • Subentro di competitor tecnologicamente più avanzati (come la disponibilità di fibra ottica);
  • Connessione debole o lenta;
  • Inefficienza nella risoluzione di problemi;
  • Servizi extra più appetibili.

Le offerte per cambiare gestore internet fibra o ADSL sono moltissime e provengono dai principali gestori come TIM, Vodafone, Iliad, Wind-Tre, Fastweb e molti altri. Ognuno di questi operatori offre delle ottime promozioni, estendendo sempre di più la gamma dei servizi extra a disposizione del cliente: pacchetti Sky compresi nell’abbonamento, Netflix, DAZN o Disney+.

Hai bisogno di cambiare gestore internet casa?

06 94 80 44 71

Manuale di istruzioni

 

Dove cambiare operatore internet, fibra e ADSL di casa?

La risposta a questa domanda è: praticamente ovunque. Punti vendita e centralini posso essere molto utili per utenti meno competenti delle procedure online, che desiderano avere un confronto diretto con un consulente per comprendere meglio i servizi offerti dal gestore.

Anche cambiare operatore internet fibra ADSL on-line può essere una soluzione molto vantaggiosa, dal momento che le attivazioni online sono premiate con sconti o ulteriori servizi per i privati, offrendo anche delle ottime promozioni internet per imprese e partite IVA.

Cambiare operatore per internet, fibra e ADSL: adsl vs fibra

Nella scelta di un nuovo gestore, la disponibilità della tecnologia a fibra ottica rispetto all’ADSL è un elemento da non sottovalutare. Analizziamo le principali differenze tra queste tecnologie di trasmissione dati.

L’ADSL è una tecnologia che trasmette dati utilizzando le linee telefoniche tradizionali. È definita asimmetrica perché ha differenti velocità di trasmissione (in upload) e di ricezione (in download).

L’ADSL è consigliata se si effettuano semplici operazioni di download di dati e/o contenuti dalla rete, mentre è fortemente sconsigliata per VOIP (videochiamate, conference call, ecc..) e file sharing.

La fibra ottica è la tecnologia di trasmissione dati che utilizza cavi in fibra vetrosa che propagano dei segnali ottici. La fibra si divide in due tipologie:

  • FTTC
  • FTTH.

Essendo una tecnologia più avanzata e recente dell’ADSL, la fibra ottica offre diversi vantaggi: 

  • Capacità di banda più ampia per una trasmissione di dati più efficiente;
  • Velocità di trasmissione più elevata;
  • Stabilità della connessione;
  • Maggiore sicurezza sulle intercettazioni.

La fibra ottica non è ancora disponibile ovunque sul territorio nazionale: è quindi consigliabile verificare la copertura del servizio.

Costi del cambio di gestore e tutela del consumatore

I costi per cambiare operatore internet per la casa variano in base al gestore, e alla trasmissione fibra o adsl. Prima di effettuare il passaggio è sempre opportuno valutare che non ci siano penali per il recesso anticipato del contratto. Nel caso sia necessario dismettere il servizio prima della scadenza sottoscritta, è possibile conoscere l’ammontare della penalità leggendo quanto riportato nel contratto o contattando il centralino di riferimento.

I costi di attivazione del servizio sono spesso gratuiti o inclusi nel piano di abbonamento, ma per escludere qualsiasi dubbio è sufficiente leggere attentamente le clausole del contratto o contattare il gestore per ricevere maggiori delucidazioni.

ll consumatore nella migrazione da un operatore ad un altro è sempre tutelato. La stipula dei contratti avviene in due modi: 

  1. Via telefono: in una conversazione registrata che il cliente deve autorizzare.
  2. Via e-mail: il cliente riceve il contratto che dovrà inviare firmato al gestore per attivare il servizio.

Cambiare operatore per internet, fibra e ADSL è una procedura semplice e sicura. Informarsi e documentarsi adeguatamente è sempre la migliore forma di tutela per evitare sorprese in bolletta o delusioni nella fornitura del servizio.

Cambia il tuo operatore, chiamaci per scoprire come

Manuale di istruzioni

Redactor

Written by

Aggiornato su 30 Set, 2020