Bolletta telefonica: come si legge?

Chiama un nostro esperto per risolvere dubbi su costi che non capisci

Chiamata gratuita - Lunedì a venerdì - dalle 8:30 alle 19:00

Ti insegniamo a risparmiare

Manuale di istruzioni

Sommario: Capire come interpretare una fattura telefonica aiuta a non cadere in trappola da sgradevoli sorprese. Leggi la nostra guida per imparare a leggere una bolletta telefonica.

Sapere come leggere una bolletta del telefono è molto importante non solo per scongiurare truffe o errori, ma anche per capire se effettivamente l’offerta scelta è quella che fa risparmiare e, quindi, quella adatta alle esigenze dell’utente.

In questo articolo saranno riportate delle semplici linee guida su come interpretare i dati di una bolletta del telefono.

Siamo continuamente bombardati da offerte voce e internet, molte delle quali garantiscono un risparmio immediato.
Ma è veramente così? Si controlla con frequenza la bolletta in arrivo? C’è veramente un risparmio sulla rete telefonica? Andiamo a vedere insieme i dettagli per tenere sotto controllo le tue spese.

Cos’è e come leggere una bolletta del telefono?

Una bolletta è la fatturazione di un documento fiscale obbligatorio di un contratto, diffuso da un soggetto fiscale per certificare, in questo caso parlando di telefono, la prestazione del servizio e il diritto di riscuotere il prezzo.

È un tipo di contratto a somministrazione, regolato giuridicamente, ma cosa vuol dire?

In tutti i contratti in somministrazione c’è una prescrizione breve, in sintesi, i gestori possono reclamare una bolletta fino un massimo di cinque anni, quindi il consiglio principale è di conservare le ricevute dell’avvenuto pagamento come prova in caso di contestazione.

Individuato brevemente cosa si ha in mano, bisogna capire come interpretare i dettagli sul consumo della rete telefonica.

Come sono strutturate le pagine della tua bolletta telefonica?

Non importa l’operatore, la bolletta del telefono può essere cartacea o elettronica e può cambiare di grafica ma i dati generali restano sempre gli stessi.

In generale la bolletta è composta da due/tre pagine:

  1. la prima pagina è formata dai dati della bolletta e dai dati del cliente.
  2. la seconda pagina e in caso ci sia la terza, sono formate dal nome dell’offerta, i dettagli del piano telefonico e il totale dei costi e sconti.

I dati del cliente e il totale della bolletta: ecco i principali dati della bolletta telefonica

Cosa c’è nella prima pagina della bolletta? In particolare sono riportati nel dettaglio, cos’è un codice cliente e quali sono i dati della bolletta.

Nella parte alta sono collocati i seguenti dati:

I dati anagrafici:
il nome e cognome dell’intestatario, il codice fiscale e l’indirizzo di residenza
Il codice cliente:
identifica la linea telefonica, l’operatore grazie a questo codice saprà intervenire correttamente in caso di malfunzionamenti.
Il periodo di fatturazione:
il tempo di riferimento dei consumi. Il periodo di fatturazione può essere mensile o bimensile.
L’importo e la scadenza:
le principali voci a cui far caso nell’apertura della bolletta, cioè il totale da pagare compreso di tasse e al limite di tempo massimo in cui effettuare il pagamento.
Modalità di pagamento:
cioè come la scelta del metodo di pagamento nel momento della sottoscrizione del contratto, di solito è un classico bollettino postale oppure addebito diretto sul conto corrente.

Hai un problema con il tuo operatore nella bolletta? Scopri come risolverlo.

Lascia che ci occupiamo noi di tutta la burocrazia dei tuoi contratti telefonici

02 94 75 67 37

Manuale di istruzioni

Quali sono i costi in bolletta?

Scoprire i dettagli di questa parte della bolletta è fondamentale.

Il dettaglio dei costi è la sezione più importante a cui prestare la massima attenzione, per capire quali sono i servizi che influiscono di più e cosa si sta andando a pagare.

Dov’è il dettaglio dei costi?

Di solito sono segnalati all’interno della seconda pagina della bolletta e comprende i costi per gli abbonamenti, per le telefonate e per i servizi extra.

Abbonamenti, costi fissi in bolletta

Un abbonamento flat per le chiamate o internet a casa ultraveloce? Qui ci sono i servizi sottoscritti nel momento del contratto.

  1. Nel momento della scelta di un servizio flat gli importi sono fissi. Qui si possono manifestare aumenti a sorpresa o non segnalati. E’ doveroso confrontare sempre con le bollette vecchie.
  2. Nel periodo in cui è attivo un piano a consumo, gli importi sono variabili. Il pagamento è in base al traffico voce e ADSL e in questo caso non si può fare un confronto con le bollette vecchie.

Un modo che consente di risparmiare sul conto delle bolletta, è quello di tenere sotto controllo i minuti in chiamata e le ore di navigazione su internet.

Bollette a 28 giorni? Scopri come richiedere il rimborso.

Telefonate, dove spendi di più?

Se l’offerta scelta non  è del tipo “”tutto incluso”” cioè una tariffa adsl e telefono, che prevede l’uso di internet e telefonate senza limiti di tempo, sicuramente nella tua bolletta troverai degli addebiti per il traffico telefonico.

Quello che spendi varia dal tipo di chiamata che effettui. Controlla chi stai chiamando e con quale tariffa così facendo puoi capire dove stai spendendo di più.

Telefonate locali
effettuate da dove risiedi, sono le più economiche perché viene addebitato solo lo scatto alla risposta.
Telefonate all’estero
quelle effettuate verso un altro paese, il costo dipende dall’area geografica a cui appartiene il paese.
Chiamate ai cellulari
effettuate verso i dispositivi mobili, sono quelle che hanno un costo maggiore, nell’ambito delle chiamate nazionali. Il costo dipende da quale tariffa hai.

Servizi, attenzione ai costi non previsti dal contratto

Questa parte di bolletta è spesso presente perché all’inizio di ogni contratto, gli operatori offrono a prezzo scontato servizi aggiuntivi.

Sono importi che descrivono contributi di attivazione della linea, noleggio modem, costi segreteria telefonica, rimborsi ecc

E’ vantaggioso assicurarsi che i servizi richiesti e previsti nel momento della sottoscrizione del contratto siano gli stessi.

Conosci il diritto di ripensamento? In certi casi hai 14 giorni per disdire il tuo contratto.

Costi per l’invio della bolletta del telefono

In ultimo, un servizio che può essere eliminato per avere un risparmio immediato sulla bolletta del telefono è l’invio della bolletta cartacea.

In particolare il risparmio si realizza quando si sceglie di ricevere la bolletta per posta elettronica. La richiesta si effettua via servizio clienti e sito internet.

L’importanza di saper leggere la bolletta del telefono

Per riassumere, in questo articolo hai acquisito informazioni utili che riguardano come leggere una bolletta del telefono, che sia Wind, Tim, Vodafone non ha più importanza perché ora conosci i principali dati da controllare per non incorrere in costi eccessivi e per tenere sotto controllo le offerte a cui hai aderito.

Scopri anche come leggere una bolletta internet.

Nella sottoscrizione di un contratto spesso capita di avere delle difficoltà:

Costi sospetti nella bolletta del telefono?  La causa potrebbe essere la presenza di abbonamenti non richiesti.

Un altro articolo interessante per quanto riguarda come leggere la bolletta del telefono.

Chiamaci e scopri le offerte più convenienti del momento

Manuale di istruzioni

Redactor

Written by paoloa

Aggiornato su 30 Set, 2020