Modem internet configurazione, collegamento e attivazione

Servizio Internet-Casa di papernest: 4,6 ⭐ su Trustpilot

Sommario: Come configurare il modem internet

Quando si attiva una nuova linea adsl o fibra, è necessario procedere alla configurazione del modem internet, in modo da fare funzionare correttamente il tutto. Questa è un’operazione, in generale, abbastanza semplice ma, soprattutto per chi non ha molta dimestichezza in queste cose, potrebbe creare qualche grattacapo. In questo articolo andremo ad indicare tutta la procedura da seguire, su come configurare modem di ogni genere.

Questi apparecchi sono fondamentali per la fruizione della propria linea internet e necessitano sia della rete elettrica che telefonica.

Tutti gli operatori, praticamente, inseriscono nelle loro offerte il proprio modem, insieme a tutte le istruzioni del caso per l’attivazione del servizio. Però, l’utente può scegliere di comprarsi il proprio apparecchio e utilizzare quello, se compatibile.

In questa guida vedremo come collegare, configurare e attivare il modem. Visto la presenza di diversi modelli sul mercato e svariati abbonamenti, cercheremo di dare tutte le informazioni generali di cui necessiti. Nel modo più chiaro ed esaustivo possibile. Infatti ogni tipo di modem, ha la propria procedura e ci potrebbero essere delle piccole differenze. Andiamo quindi a vedere insieme, prima di tutto, come collegare correttamente l’apparecchio. Poi seguiremo i passaggi per effettuare una configurazione modem internet corretta.

Collegamento del modem alla linea telefonica

Le prime operazioni da eseguire sono relative al collegamento. Bisogna verificare attentamente che il dispositivo in possesso, sia connesso correttamente e che possa funzionare al meglio.

Nel dettaglio:

  • il cavo di alimentazione sarà da collegare all’ingresso apposito del modem e alla presa elettrica
  • il cavo telefonico andrà collegato alla presa a muro della nostra linea di casa e all’ingresso denominato, in genere, “”DSL“”, dietro il modem
  • se hai un telefono, sarà da collegare un secondo cavo telefonico, uguale al precedente. Un’estremità del filo sarà da connettere al telefono, l’altra nell’ingresso omonimo del modem.
  • Per il collegamento al computer sarà necessario un cavo Ethernet. Bisognerà collegare questo agli ingressi dedicati sul modem e il pc.

I nuovi dispositivi sono ormai, quasi tutti, modem wifi fibra o adsl. Questo per facilitare l’installazione e la configurazione della linea internet, con la comodità di una rete wireless, soprattutto visto l’utilizzo frequente dei dispositivi mobile. Con un computer con una scheda wifi, con tablet e smartphone, sarà possibile accedere al web in ogni parte della casa, in assoluta tranquillità. Senza dover pensare ai cavi, che spesso sono un vero problema.

  • Ricordiamo che i servizi “”Voice“”, per le normali chiamate, passano attraverso il modem. Proprio per questo bisognerà collegare anche il telefono all’apparecchio. In particolare, per accertarti che il collegamento sia stato fatto nella maniera corretta, ci sono apposite spie (in genere sono o gialle o verdi), che si accenderanno in corrispondenza di determinate icone.

Ora si può passare allo step successivo e accedere al pannello di controllo del modem online per la configurazione.

Come accedere al pannello di controllo del modem

Non appena tutti i cavi sono correttamente collegati, si può procedere alla vera e propria configurazione modem fibra e adsl. Il tuo operatore potrebbe fornirti determinati strumenti o link da seguire per aiutarti ad attivare il tutto.

Nel caso fossi sprovvisto di istruzioni, devi sapere che la prima cosa da fare è accedere al pannello di controllo del modem. Tramite il proprio computer, basterà avviare il proprio browser web preferito. A questo punto sarà necessario inserire, nella barra degli indirizzi (quella che si usa normalmente per visitare ogni sito), l’IP del modem. Una cifra numerica che, solitamente, corrisponde a 192.168.1.1 o anche 192.168.0.1.

In ogni caso, ci sono vari modi per scoprire l'IP:

  • Tramite l’etichetta apposita sul retro del modem stesso. Insieme a tutte le altre indicazioni, tra cui la password wifi, per esempio.
  • Sul manuale di istruzioni del modem utilizzato
  • Direttamente dal computer

Per quest’ultimo punto, ci sono determinati passaggi da seguire che richiedono un maggiore approfondimento e che spiegheremo di seguito.

Trovare indirizzo IP modem con Windows

Nel caso avessi un computer Windows, per cercare l’indirizzo IP del modem, sarà necessario seguire alcuni passaggi:

 

  1. Tramite la barra di ricerca, vicino al pulsante “”Start””, digitare “” cmd “” e premere invio
  2. Nella finestra che si aprirà (il prompt dei comandi), bisognera digitare il comando “” ipconfig “” e premere invio
  3. Apparirà una lista di indirizzi relativi alla tua connessione. Quello interessato sarà accanto alla voce “”Gateway predefinito“”.

In alternativa, per i nuovi Windows 10, è possibile velocizzare la procedura. Cioè recandosi sulla propria connessione (icona in basso a destra), su “”visualizza le proprietà della rete“”, e andando alla voce “”Gateway predefinito“”.

Questi erano i passaggi da seguire per i possessori di un computer Windows. Ora scopriamo cosa bisogna fare per i computer macOS

Trovare indirizzo IP modem con macOS

Nel caso avessi invece un computer macOS, per cercare l’indirizzo IP del modem sarà necessario seguire questi passaggi:

  1. Andare su “”preferenze di sistema“” (tramite l’icona sul Dock nella cartella Applicazioni o tramite Launchpad)
  2. Da qui recarsi alla sezione “”Network“”.
  3. Nella finestra che si apre, bisognerà selezionare la connessione e aprire la pagina delle informazioni
  4. Dalla scheda nominata “”TCP/IP“” si troverà l’indirizzo ip del modem (accanto alla voce “”router””).

Trovato l’indirizzo IP del modem wifi casa, potrai finalmente accedere al pannello di controllo e iniziare la tua configurazione.

Contattaci per scoprire le offerte del momento

06 94 80 44 71

Info

Modem Internet Configurazione ADSL e Fibra

Una volta inserito l’indirizzo IP nell’apposita barra degli indirizzi del browser, ti verrà chiesto probabilmente un nome utente e password. Solitamente questi sono entrami “”admin“” o “”user“”. In ogni caso bisognerà seguire attentamente il manuale del proprio modem.

Potrebbe esserci la possibilità di avviare una configurazione automatica. Basterà recarsi alla voce “”setup“” o “”configura“” e lasciarsi guidare, passo dopo passo, fino al termine delle operazioni.

Nel caso sia necessario selezionare manualmente i vari settaggi, questi sono quelli consigliati (senza andare troppo sul tecnico):

  • Tipo di connessione: selezionare PPPoe/LLC o PPPoA/VC-Mux (provare uno o l’altro, in caso di malfunzionamenti)
  • Valori di VPI e VCI: mettere rispettivamente 8 e 35

Terminata la configurazione bisognerà accertarsi, tramite il pannello, che la connessione sia stata stabilita. Poi basterà controllare le varie spie presenti sul modem.

Altri settaggi per l’attivazione e configurazione del modem internet

Una volta attivato correttamente il proprio modem internet, ci sono alcuni importanti consigli che puoi seguire per migliorare l’esperienza con il tuo servizio. Uno di questi è la modifica della password del wifi, importantissima per proteggere la propria connessione. Nelle impostazioni wireless, basterà recarsi alla voce dedicata, spuntare la casella di protezione WPA/WPA2 e inserire una password di sicurezza ritenuta valida. Una volta salvata, sarà necessario inserirla sui propri dispositivi.

Potrebbero essere presenti anche molte funzioni di monitoraggio del modem e altre relative alla sicurezza e alla protezione della connessione (come le impostazioni e regole firewall). Per questo, potrebbe essere utile controllare attentamente il pannello di controllo. Alcune delle soluzioni utili, sono quelle relative alle porte di rete da aprire per utilizzare al meglio programmi per lo scaricamento di dati o per il gaming online. Potresti trovare il menu apposito con tutti i settaggi personalizzabili.

La differenza tra modem e router

Spesso i due termini vengono utilizzati, dai meno esperti, per definire la stessa cosa, ma hanno funzionalità diverse. Qual è la differenza tra modem e router?

Il primo è l’apparecchio che permette di connettersi ad internet con i cavi telefonici (sia fibra che doppini in rame). Il termine è formato da due sigle “”mo”” e cioè modulatore e “”dem”” che sta per demodulatore. Praticamente il modem converte, modula i segnali digitali da un computer in impulsi analogici, in modo da permettere la trasmissione attraverso una linea telefonica. In fase di ricezione del segnale fa l’operazione all’inverso.

Il router permette invece di smistare i pacchetti dei dati che viaggiano su internet, su più dispositivi, connessi alla stessa rete. Il termine deriva dall’inglese “”route””, cioè strada, percorso. In italiano la parola più corretta sarebbe instradatore.

Più semplicemente, il modem converte e fornisce la connessione e il router la instrada verso i vari dispositivi. Oggi si parla di modem router. Si tratta semplicemente di un unico apparecchio con entrambe le funzioni. In questo modo, oltre a dare accesso ad internet, consente a tutti i dispositivi di casa di connettersi e comunicare tra loro.

Quando si attiva un nuovo abbonamento, come spiegato prima, spesso si ha a che fare con offerte con modem già incluso. Devi sapere che non sei obbligato ad utilizzare l’apparecchio fornito dal gestore. A tutelarti ci sono diverse norme. Se volessi approfondire questo aspetto, potrebbe essere utile visitare il sito dell’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni (AGCOM).

Chiama uno dei nostri operatori qualificati

Info

Aggiornato su 18 Giu, 2021

redaction La redazione di internet-casa
Redactor

Carolina

Copywriter specializzata in normative e innovazione.

Commenti

bright star bright star bright star bright star grey star

Per saperne di più sulla nostra politica di controllo, trattamento e pubblicazione dei commenti leggi i nostri termini e condizioni legali.