Esim per telefono: cosa sono e come funzionano

Chiamaci e scopri le migliori offerte per SIM virtuali

Chiamata gratuita - Lunedì a venerdì - dalle 8:30 alle 19:00

Chiama ora gratuitamente

Manuale di istruzioni

Sommario: Le eSIM per telefono stanno iniziando finalmente a circolare anche in Italia. Infatti, questa nuova tecnologia ha cominciato a diffondersi dall’inizio dello scorso anno, ma nel nostro paese se ne parla ancora molto poco. 

Queste nuove eSIM, conosciute anche come “”SIM virtuali“” sostituiscono la tradizionale schedina per telefono. In questo modo è possibile guadagnare spazio per l’alloggiamento delle batterie.

Lo slot delle SIM normali, inevitabilmente occupa dello spazio, che risulta però essere indispensabile per installare batterie sempre più resistenti e potenti. Da qui nasce l’idea delle sim virtuali, molto più comode perché di fatto non esistono, ma svolgono esattamente la funzione di quelle classiche.

In questo articolo vedremo nel dettaglio cosa sono le eSIM per telefono, il loro funzionamento, i vantaggi e tante altre informazioni utili.

Che cos’è un eSIM?

Ti sarai sicuramente accorto che nel corso degli anni la grandezza delle SIM del telefono è stata ridotta regolarmente.

  • Prima la classica SIM,
  • poi la nano SIM e
  • infine la micro SIM.

Il motivo è molto semplice: si voleva guadagnare spazio da destinare a batterie sempre più prestanti in termini di durata e potenza.

Finché non sono arrivate le eSIM, che hanno risolto tutti questi problemi. Le eSIM, chiamate anche “”SoftSIM“” o “”SIM virtuali“” non sono altro che le sostitute della schedina normale. A quest’ultima, subentra un servizio virtuale con la stessa funzionalità.

In altre parole, esiste un microscopico dispositivo, in grado di contenere tutte le informazioni e i dati prima presenti nei circuiti della carta SIM di plastica. Più nello specifico, si tratta di un microchip inserito sulla scheda logica del cellulare o su qualsiasi altro dispositivo che si connette alla rete mobile.

In realtà, questi piccolissimi apparecchi vengono già utilizzati da anni su smartphone e tablet per salvare dati. Ma esiste una differenza rispetto alle eSIM: queste ultime oltre a immagazzinare i dati del telefono, svolgono la funzione vera e propria di sostituire una SIM fisica. Quindi, permettono all’operatore telefonico di associare al dispositivo mobile un particolare cliente e conservano anche il Codice ICCID (il codice seriale che identifica la SIM).

Scopri le migliori SIM virtuali sul mercato e come attivarle

06 94 80 44 71

Manuale di istruzioni

Tutti i vantaggi della eSIM

Il primo grande vantaggio di questa nuova tecnologia di SIM è sicuramente lo spazio recuperato che potrà essere impiegato per lo sviluppo dello smartphone e delle sue funzioni. Ma non finisce qui, anche gli utenti potranno godere di molteplici vantaggi se possiedono una eSIM. In particolare:  

  • non vi è il rischio di perdere o danneggiare la smart card;
  • il tuo telefono cellulare potrà avere una batteria più potente;
  • con il cambio operatore non ci sarà più la necessità di sostituire la tessera fisica e il passaggio sarà più veloce;
  • senza scheda di plastica non si perderanno più i numeri salvati solo sulla SIM al cambio di gestore;
  • non ci sarà più bisogno di rendere compatibile la SIM con lo smartphone, si evita così l’operazione di riduzione della schedina che impiega tempo e denaro.

Telefono eSIM: quali operatori garantiscono questo servizio

Come avrai capito, le eSIM sono recentissime, specialmente in Italia. Al momento, tutti gli operatori si stanno muovendo per assicurare questo tipo di servizio. In particolare, quelli che stanno lavorando di più in questo senso sono:

  1. TIM: è il primo operatore italiano ad offrire il servizio eSIM per gli smartphone
  2. Vodafone: è il primo gestore in assoluto ad offrire questo tipo di servizio, ma attualmente lo dedica solo per gli Apple Watch con connettività cellulare.
  3. WindTre: ha iniziato a vendere le eSIM che hanno però ancora un difetto rispetto alle altre. Nello specifico, a differenza degli altri operatori, il Codice QR indispensabile per l’attivazione della eSIM, sarà utilizzabile una sola volta. Questo significa che, se si vuole disattivare e riattivare l’eSIM si dovrà acquistare un nuovo QRcode.

Per gli altri operatori, al momento si hanno ancora poche notizie, molti di questi sono in fase di sperimentazione.

Come si attivano le SIM virtuali

Il procedimento per attivare le eSIM è piuttosto semplice e lo vedremo adesso passo dopo passo. La prima cosa da fare è scannerizzare il Codice QR presente sulla tessera che hai acquistato presso uno dei negozi adibiti alla vendita di smartphone, dopodiché basterà seguire le istruzioni.

Se cambi cellulare e nel vecchio avevi già la eSIM il passaggio al nuovo telefono sarà molto veloce. Però dovrai, disattivare la eSIM dal precedente smartphone, come se avessi tolto fisicamente la tradizionale SIM. Dopo aver disattivato la vecchia eSIM, dovrai utilizzare lo stesso Codice QR che hai usato durante la prima attivazione (eccetto per WindTre). Per fare tutto ciò, è necessario che il dispositivo sia connesso a una rete WiFi, in caso contrario il profilo rimarrà bloccato e dovrai richiedere una nuova carta.

Vediamo allora insieme come si attiva una eSIM con i 2 operatori Tim e WindTre che rendono disponibile questo servizio con gli smartphone.

Attivazione telefono eSIM con TIM

Come per la scheda fisica, la TIM eSIM si attiva associando i propri dati personali alla SIM virtuale. La SoftSIM di TIM avrà un Codice QR, un PIN e un PUK per poter essere attivata, e i codici seriali ICCID e NMU. Dopodiché dovrai configurare il dispositivo seguendo i passaggi della guida. 

ll costo di una eSIM TIM è pari a 10 euro con un nuovo numero, altrimenti se decidi di passare da una SIM tradizionale a una eSIM TIM pagherai 15 euro.

Attivazione telefono eSIM con WindTre

In questo caso bisognerà scaricare la WindTre eSIM attraverso un protocollo sicuro HTTPS. Per avviare il download dovrà essere scansionato il Codice QR, presente sul voucher cartaceo. Il QRcode andrà inserito tramite la funzione specifica presente nei dispositivi mobili compatibili.

Allo stesso modo di TIM, anche il prezzo di una eSIM WindTre è di 10 euro con nuovo numero, mentre per la sostituzione di una SIM tradizionale o la riattivazione di una eSIM WindTre, il costo è di 15 euro.

Per finire vogliamo darti un ultimo consiglio, se stai per acquistare un nuovo smartphone e desideri avere una eSIM WindTre verifica sempre che quel modello preveda questo servizio.

Vuoi leggere un altro articolo? Scopri di più sugli Operatori Mobili Virtuali o sulla tecnologia VoIP.

Per un consulto delle tariffe e dei regolamenti di questo mercato potete sfogliare il sito dell’Autorità Agcom.

Attiva la eSIM WindTre direttamente con il nostro operatore, o un’altra sul mercato

Manuale di istruzioni

Redactor

Written by paoloa

Aggiornato su 15 Dic, 2020