Disdetta contratto rete fissa voce e internet: come fare? 

Sommario: Come fare disdetta del contratto rete fissa voce e internet

Scopri nel nostro articolo come effettuare una disdetta contratto rete fissa

Chiamata gratuita - Lunedì a Venerdì - dalle 9 alle 20; e Sabato dalle 9 alle 17

Chiamaci per scoprire nuove offerte di rete fissa

Manuale di istruzioni

Per svariati motivi, potrebbe capitarti di dover annullare il contratto di rete fissa voce e internet. In questo articolo ti aiuteremo a capire come muoverti per inviare la disdetta del contratto al tuo operatore. Ti daremo anche consigli su quali sono le informazioni da fornire per inviare una disdetta corretta. Infine, ti spiegheremo come capire se hai diritto al recesso gratuito o se sarai soggetto a costi di disattivazione.

Come effettuare la disdetta contratto rete fissa

Se hai deciso di disdire il tuo abbonamento di linea fissa, può esserti utile sapere quali sono le operazioni da eseguire. Ci sono svariati motivi per cui potresti decidere di rinunciare al tuo abbonamento telefonico di rete fissa, ecco i più comuni: 

  • la tua connessione internet ADSL o fibra è lenta oppure soggetta a continui cali;
  • ci sono continui disservizi sulla tua linea telefonica;
  • per contenere i costi, hai deciso di rinunciare alla linea fissa;
  • vuoi passare a una tariffa più conveniente del tuo gestore telefonico;
  • vuoi passare a un altro operatore telefonico.

Le operazioni da eseguire per la disdetta contratto rete fissa

Per comunicare al gestore telefonico la tua volontà di recedere dal contratto, dovrai presentare una disdetta in forma scritta. Prima di dirti come procedere,

è importante che tu sappia che dovrai assolutamente evitare di:

  • comunicare all’operatore la tua intenzione di recedere dal contratto tramite il numero verde o call center. La sola forma legalmente accettata sarà, infatti, quella scritta;
  • inviare la disdetta scritta via FAX ai numeri forniti dal tuo operatore telefonico.

Le informazioni da fornire per la disdetta contratto rete fissa

Scrivere la disdetta del contratto telefonico è un’operazione abbastanza semplice: ti basterà comunicare la tua volontà al gestore telefonico. Ma è molto importante non omettere informazioni importanti, anche per eventuali contestazioni da parte dell’operatore.

Per aiutarti in questa operazione, ti forniamo un elenco di informazioni imprescindibili da inserire nella disdetta:  

  • nome e cognome dell’intestatario del contratto. Sembrerà scontato ma inserire il tuo nome o quello dell’intestatario del contratto è essenziale;
  • indirizzo dell’intestatario del contratto;
  • inserire qualsiasi informazione aggiuntiva riguardante il proprio abbonamento;
  • inserire il codice cliente che troverai sulle bollette vecchie. In questo modo il tuo operatore potrà identificarti in modo univoco;
  • scrivere il nome dell’offerta attiva sul tuo numero;
  • nel caso in cui tu voglia disdire sia il contratto, che il numero telefonico, ricordati di esplicitarlo. In questo modo l’operatore potrà disdire il contratto e bloccare il numero. Ti consigliamo di impostare, come oggetto della comunicazione, “DISDETTA NUMERO TELEFONICO XXX”;
  • Al contrario, se tu non lo comunicherai, il numero rimarrà attivo e tu rischierai di dover pagare per un numero ormai in disuso;
  • invece nel caso in cui tu voglia passare ad altro operatore per la tua linea fissa, ricordati di fornire il codice migrazione o numero segreto che potrai trovare su una bolletta vecchia;
  • qualsiasi sia il metodo di invio da te scelto, ricordati di allegare alla comunicazione una fotocopia di un documento d’identità tuo o dell’intestatario del contratto.

Inviare la disdetta contratto rete fissa

Dopo aver compilato la disdetta per il tuo contratto di rete fissa, dovrai procedere all’invio. Per prima cosa dovrai controllare sul sito internet del tuo operatore, quali sono i contatti da utilizzare in questi casi.

A questo punto hai due possibilità tra cui scegliere:

  • inviare la disdetta scritta al tuo operatore tramite raccomandata con ricevuta di ritorno;
  • in alternativa puoi scegliere di inviarla a mezzo Posta Elettronica Certificata.

Scegliere un metodo di comunicazione tracciabile, come la raccomandata con ricevuta di ritorno o la PEC, è molto importante. Infatti, in caso di future contestazioni da parte dell’operatore, tu avrai uno storico delle tue comunicazioni.

Chiamaci per scoprire le offerte adatte alle tue esigenze

06 94 80 44 71

Manuale di istruzioni

Disdetta contratto rete fissa: eventuali costi di recesso

Un altro punto che ti consigliamo di verificare, è la durata contrattuale prevista dalla tua offerta. Infatti, in generale i contratti telefonici di linea fissa prevedono una durata minima di 24 mesi. Se decidi di disdire il contratto prima di tale termine, potresti incorrere in costi di disdetta. Per effetto di una legge del 2007, i gestori telefonici non possono più applicare penali in caso di recesso. In tale situzione, però, l’utente potrebbe dover sostenere dei costi di disattivazione.

Tuttavia ci sono dei casi in cui l'operatore non può esigere alcun costo di disattivazione:

  • diritto di ripensamento per i contratti a distanza entro 14 giorni;
  • disdetta per giusta causa (o inadempienza dell’operatore);
  • disdetta per variazioni contrattuali.

Accettazione della disdetta contratto rete fissa

La compagnia telefonica ha tempo 30 giorni dalla ricezione della PEC e/o della raccomandata A/R, per cessare la numerazione ed il contratto telefonico relativo ad esso. Dopo 30 giorni dalla prova di ricezione della tua disdetta, tecnicamente le bollette telefoniche non sono più dovute.

A questo punto, non ti resta che aspettare che l’operatore ufficializzi la disdetta del tuo contratto di rete fissa e te ne dia comunicazione. Dopo la disdetta del tuo contratto, ti ricordiamo di verificare di non essere in possesso di prodotti a noleggio dal tuo (ormai ex) operatore, come:

  • modem;
  • router;
  • tablet;
  • prese telefoniche;
  • eventuali altri dispositivi a noleggio.

Prima di intraprendere il percorso per la disdetta del tuo contratto di rete fissa, potrebbe esserti utile saperne di più a proposito della Legge Bersani del 2007 e della legge di conversione 40/2007. La legge Bersani prevede una serie di norme pensate per la tutela dei consumatori. È proprio grazie a una di queste norme se i gestori telefonici non possono più applicare penali in caso di recesso da parte dell’utente.

Contatta uno dei nostri operatori

Manuale di istruzioni

Redactor

Written by carolinachiari

Aggiornato su 16 Dic, 2020