Cosa succede al modem wifi se cambio gestore?

Servizio Internet-Casa di papernest: 4,6 ⭐ su Trustpilot


Sommario: Cambiare operatore telefonico e scegliere un nuovo piano tariffario per la connessione internet non è mai un’operazione veloce. Scopri come fare con il modem WiFi quando cambi provider internet.

Ti chiedi cosa succederà al tuo modem wifi al cambio del gestore: devi restituirlo a TIM, Vodafone, Wind Tre, Fastweb, o puoi tenerlo?

Cerchiamo di chiarire alcuni punti fondamentali.

Modem e cambio gestore: a chi appartiene il modem wifi?

La prima domanda da porsi è a chi appartenga il modem e per farlo devi verificare attentamente le clausole del contratto che hai appena rescisso.

Se il modem che utilizzi ti viene fornito in comodato d’uso gratuito o lo noleggi, allora dovrai procedere con la sua restituzione oppure, se il tuo modem soddisferà i requisiti minimi, potrai continuare a utilizzarlo anche con il cambio di gestore.

Ricapitolando, ecco quando è necessario restituire il modem

  1. ti viene fornito in comodato d’uso gratuito;
  2. ti viene fornito a noleggio e paghi delle rate mensili. 

Anche se il modem è di tua proprietà, non è detto che tu possa continuare a utilizzarlo: devi verificare che sia compatibile con la tecnologia offerta dal nuovo operatore. Ma andiamo con ordine, per aiutarti analizziamo, compagnia per compagnia, le modalità di restituzione del modem wifi:

Restituzione modem wifi nel cambio gestore

Vediamo, compagnia per compagnia, quali sono le procedure da rispettare nel caso di restituzione del modem wifi.

Come restituire il modem wifi quando cambio gestore?

Restituzione modem wifi TIM nel cambio gestore

Per restituire un modem wifi TIM o TIM VISION è necessario scaricare e compilare l’apposito modulo di restituzione disponibile sul sito internet della compagnia e inviarlo insieme al modem all’indirizzo: 

TIM S.p.a. C/o Geodis Logistic, Magazzino Reverse A22
Piazzale Giorgio Ambrosoli snc
27015 Landriano PV

La restituzione del modem wifi di TIM all’indirizzo di spedizione sopra citato deve avvenire entro e non oltre i 30 giorni dalla data di recesso del contratto.


Restituzione modem wifi Vodafone 

Se hai disdetto un contratto con Vodafone e sei in possesso di Vodafone Station, la compagnia esplicita sul proprio sito che, in caso di esercizio del diritto di ripensamento o di mancata attivazione della linea, l’utente è tenuto a restituire la Vodafone Station entro 14 giorni dalla data di rescissione del contratto.

Come restituire la Vodafone Station e il modem Vodafone?

La restituzione deve avvenire all’interno dell’imballaggio originale e deve includere tutti gli accessori della Station. In caso di smarrimento della scatola originale, si può utilizzare una scatola d’imballo avvolta in carta da pacco e sigillata con nastro adesivo.

La restituzione del modem Vodafone Station deve avvenire:

  1. presso un centro autorizzato per il ritiro ;
  2. presso il proprio domicilio, tramite richiesta online con la compilazione di un modulo, o chiamando il numero verde 800 093 588.
  3. Spedendo la Vodafone Station all’indirizzo di restituzione del modem di Vodafone: “Vodafone Italia S.p.A. c/o CTDI s.r.l. via Galileo Galilei 13/15 20090 Assago (MI)”

Siamo a tua disposizione per assisterti nel cambio di operatore

06 94 80 44 71

Info


Restituzione modem wifi Fastweb 

La restituzione del modem a Fastweb dovrà avvenire entro i 45 giorni dalla disattivazione del servizio da parte di Fastweb. Dopo aver rescisso il contratto, dovrai attendere la comunicazione via SMS o mail dell’operatore che ti indicherà le modalità di restituzione. 

La restituzione con questo gestore di telefonia e internet:

  • è gratuita;
  • avverrà tramite Poste Italiane;
  • dovrà avvenire entro 45 giorni dalla disdetta del servizio;
  • se non avviene entro i 45 giorni dalla disattivazione del servizio, ti verrà addebitata una penale di 50,00 € + IVA.

Come restituire il modem di Fastweb?

Normalmente il modem Fastweb va inviato tramite Poste Italiane all’indirizzo indicatovi nella mail di conferma disdetta inviata alla mailbox @fastwebnet.it.

Nella mail sarà presente anche un codice che vi permetterà di spedire il modem a Fastweb gratuitamente.

E’ sempre consigliabile conservare la bolla di spedizione ed attendere la conferma della ricezione del modem da parte di Fastweb.


Restituzione modem wifi WindTre

Come indicato sul sito ufficiale WindTre, nel caso di recesso di un contratto a cui è associato l’acquisto rateizzato di un modem, verranno addebitate all’utente le rate rimanenti come previsto dal relativo contratto.

Come spedire il modem a Wind Tre?

Puoi restituire il modem a WindTre nelle seguenti modalità:

  • inviando una raccomandata all’indirizzo: WIND Tre SpA CD MILANO RECAPITO BAGGIO Casella Postale 159 20152 MILANO MI;
  • mandando una PEC a servizioclienti159@pec.windtre.it;
  • chiamando il numero verde 159;
  • tramite l’area clienti del sito web;
  • in un negozio WindTre.

Restituzione modem wifi Tiscali 

La compagnia Tiscali prevede, in caso di rescissione del contratto, la restituzione del modem wifi entro 30 giorni dalla cessazione del servizio. La restituzione deve avvenire a mezzo posta con spedizione (a tuo carico) all’indirizzo:

Tiscali Italia S.p.A – C/O filiale magazzino SDA-Cagliari
Via Betti S.n.C – Zona Industriale CASIC Est
09067 – Elmas (Cagliari)

Dopo la spedizione, ti verrà richiesto di inviare una copia della ricevuta via FAX al numero 800910028. In caso di mancata restituzione dell’apparecchio, Tiscali prevede una penale.

Ricapitolando, per restituire il tuo modem dovrai:

  • spedire il modem wifi all’indirizzo sopraindicato;
  • inviare una copia della ricevuta di spedizione via fax.

Verificare i requisiti del modem wifi

Se il tuo precedente contratto internet non prevedeva la restituzione del modem wifi o se hai deciso di acquistarne uno, ti consigliamo di verificare i requisiti di compatibilità modem necessari indicati da ogni compagnia in modo da acquistare un modem compatibile adsl e fibra.

Vediamo insieme come verificare la compatibilità del tuo modem con i vari operatori:

  1. TIM: ti dà la possibilità di verificarne la compatibilità con una serie di informazioni dettagliate sulla pagina di Assistenza tecnica all’interno del sito ufficiale della compagnia.
  2. Vodafone: nella sezione Modem Alternativo in Assistenza dispositivi del sito ufficiale, vengono indicati i requisiti minimi necessari, i parametri per settare il proprio modem wifi e le eventuali restrizioni sui servizi disponibili.
  3. Fastweb: come le altre compagnie, anche Fastweb offre supporti agli utenti che hanno deciso di utilizzare un modem wifi alternativo a quello previsto dalla compagnia. Sulla pagina “Modem alternativi” infatti, Fastweb fornisce ai suoi abbonati tutte le indicazioni tecniche necessarie a comprendere se il loro modem è compatibile con le offerte disponibili.
  4. WindTre: nella sezione Assistenza e servizi del suo sito, WindTre elenca una serie di modem compatibili con l’ADSL e la fibra Wind. Cliccando sulla fotografia di ogni singolo modem, si scarica sul proprio PC il Manuale d’installazione in formato PDF.
  5. Tiscali: se hai appena sottoscritto un contratto con Tiscali e hai deciso di mantenere il tuo modem wifi, puoi verificarne la compatibilità sul sito della compagnia dove, alla sezione Modem Libero, ti verranno forniti tutti i parametri per verificarne la compatibilità.

Modem Libero

Come puoi vedere dagli esempi appena citati, le compagnie telefoniche ottemperano alla delibera di AGCOM 348/18/CONS in materia di libertà di scelta delle apparecchiature terminali. La delibera ha di fatto dato il via libera ai consumatori ad utilizzare il loro modem (qualora in possesso dei requisiti necessari) o a procurarsene uno adatto anziché riceverlo in comodato d’uso o a noleggio dall’operatore telefonico.

Quindi, seguendo le linee guida fornite dagli operatori telefonici, riuscirai a trovare il modem compatibile adsl e fibra che fa per te.

Un modem tutto mio

Scegliere la connessione adatta non è mai facile, ma dopo esserti destreggiato fra offerte, tariffe, procedure di restituzione del modem, cambio gestore e ricerca del modem compatibile (a cui magari hai affiancato anche un amplificatore per goderti Internet in tutte le stanze), sei pronto finalmente a collegarti e a navigare in Rete.

Per una maggiore sicurezza della tua navigazione, ti consigliamo di cambiare password al modem andando a modificare i parametri preimpostati sul pannello di controllo di quest’ultimo. Per accedere al pannello di controllo del modem ti basterà aprire il tuo browser, digitare l’indirizzo IP associato al tuo modem (solitamente è indicato nella confezione del dispositivo) e accedere al pannello tramite le proprie credenziali. Da qui sarà possibile modificare la password e sceglierne una adatta.

Dopo aver effettuato il cambio di password di accesso al proprio modem, ti consigliamo anche di inserire una password di accesso alla tua rete wifi per consentire solo ai tuoi familiari o ai tuoi amici di accedervi, evitando così sovraccarichi di rete che potrebbero comprometterne il funzionamento.

A questo punto, prima di iniziare a visitare i tuoi siti preferiti, ti consigliamo di eseguire uno speed test per verificare l’effettiva velocità di upload e download della tua connessione ADSL o fibra. Online puoi trovare molti siti che offrono servizi di speed test che funzioni con le connessioni di tutti i principali operatori attivi nel nostro Paese. Grazie allo speed test, potrai comprendere se il modem che utilizzi sfrutta appieno la potenza della connessione che hai appena sottoscritto.

Scopri come cambiare operatore modem in poco tempo e senza interruzioni di rete

Info

Aggiornato su 6 Lug, 2021

redaction La redazione di internet-casa
Redactor

Paolo A.

Redattore Internet-Casa

Commenti

bright star bright star bright star bright star grey star

Per saperne di più sulla nostra politica di controllo, trattamento e pubblicazione dei commenti leggi i nostri termini e condizioni legali.